Prima pagina

NOVITA’ IN MATERIA DI DEDUZIONE DEI COSTI PER AUTOVEICOLI

A partire dal periodo d’imposta 2013 sono ridotti i limiti di deduzione dei costi per l’acquisto e l’utilizzo di autoveicoli non utilizzati esclusivamente per l’attività d’impresa e professionale. In particolare la deduzione ammessa passa dal 40% al 27,

A partire dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 18 luglio 2012 è stata introdotta una modifica all’art. 164, co. 1, del D.P.R. n. 917/1986, che ha comportato il ribasso dei coefficienti di deducibilità parziale dei componenti negativi relativi ai veicoli indicati dalle seguenti disposizioni della citata norma del Tuir:

  • lett. b): è ridotta dal 40% al 27,50% la quota deducibile delle spese relative ai veicoli adibiti ad uso promiscuo;
  • lett. b-bis): è diminuito dal 90% al 70% l’importo fiscalmente rilevante dei costi riguardanti i veicoli concessi, in uso promiscuo, ai lavoratori dipendenti, per il maggior parte del periodo d’imposta.

La modifica riguarda sia i veicoli di proprietà di lavoratori autonomi sia quelli di proprietà di imprese.

Le nuove disposizioni dovranno, tuttavia, essere considerate già in sede di determinazione degli acconti dovuti per il primo esercizio di operatività dei ridotti coefficienti di deduzione (art. 4, co. 73, della Legge n. 92/2012), ovvero per il 2013 nel caso dei contribuenti “solari”.

Non è stata, invece, apportata alcuna modifica 1) all’integrale rilevanza dei beni strumentali, 2) alla quota di deducibilità riservata ai costi dei veicoli utilizzati dagli agenti e rappresentanti, 3) al limite fissato con riferimento al riconoscimento fiscale del costo di acquisto, da assoggettare al predetto coefficiente, pari a:

  • euro 18.075,99 per le autovetture e gli autocaravan (elevato ad euro 25.822,84 con riguardo agli esercenti attività di agenzia o rappresentanza di commercio, soggetti alla citata quota di deducibilità dell’80%);
  • euro 4.131,66 per i motocicli;
  • euro 2.065,83 per i ciclomotori.

Anche per quanto riguarda i noleggi, la quota di deducibilità passa dal 40% al 27,5%,  mentre resta invariato riguarda l’ammontare massimo  annuo deducibile:

  • euro 3.615,20 per le autovetture e gli autocaravan;
  • euro 774,69 per i motocicli;
  • euro 413,17 per i ciclomotori.

© 2012 consulenza aziendale societaria tributaria - codice fiscale e p. iva 03380670962

follow us BignamiAssociati on Twitter