Prima pagina

Modifiche alla normativa sul Transfer pricing

Con la manovra correttiva 2017 relativa al transfer price, le società facenti parte di gruppi multinazionali potranno riconoscere in Italia le rettifiche in aumento dei prezzi di trasferimento fatte all’estero e divenute definitive.

Novità doppie in materia di transfer pricing: la Manovra correttiva 2017 (D.L. 50/2017) interviene sia sulla formulazione dell'art.110, comma 7, TUIR sia sul D.P.R. n.600/1973 inserendovi il nuovo articolo 31 - quater
L'articolo 110 del Tuir è stato modificato dal DL 50/2017 (cosidetta “Manovrina”) nel senso di prevedere che i componenti di reddito derivanti da operazioni infragruppo con controparti estere siano «determinati con riferimento alle condizioni e ai prezzi che sarebbero stati pattuiti tra soggetti indipendenti operanti in condizioni di libera concorrenza e in circostanze comparabili».
Scompare quindi il precedente riferimento alla determinazione dei prezzi di trasferimento sulla base del valore normale, determinato ai sensi dell'art. 9 del tuir, che a volte poteva essere di difficile definizione. L’intervento ha la finalità di semplificare la disciplina ed avvicinare la disciplina nazionale relativa ai prezzi di trasferimento alle linee guida OCSE, nonché a rendere sempre più compliance i rapporti tra fisco e contribuente anche nell'ambito dei lavori del progetto Base erosion and profit shifting (Beps).


© 2012 consulenza aziendale societaria tributaria - codice fiscale e p. iva 03380670962

follow us BignamiAssociati on Twitter