Prima pagina

PUBBLICATE LE REGOLE DI RENDICONTAZIONE DELLE MULTINAZIONALI

Pubblicato in G.U. il decreto ministeriale che fissa le regole di attuazione degli obblighi di rendicontazione delle multinazionali (c.d. “country by country reporting”).

Il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 23 febbraio 2017 regola l’attuazione delle direttive UE in materia di scambio di informazioni fiscali delle imprese multinazionali e, in particolare, gli obblighi di rendicontazione di quest’ultime (c.d. “country by country reporting”).

Il Decreto deve essere inquadrato nel contesto di attuazione delle linee guida BEPS (Base Erosion Profit Shifting) emanate dall’OCSE al fine di limitare i fenomeni di evasione fiscale internazionale derivanti dall’attività di gruppi multinazionali. In particolare, le linee guida prevedono l’introduzione di obblighi di reportistica in capo ai gruppi multinazionali, oltre a un adeguato scambio di informazioni tra le amministrazioni fiscali dei paesi membri.

A seguito dell’adozione del Decreto Ministeriale, sono tenuti all’invio di dati all’Agenzia delle Entrate: i) le società controllanti, residenti nel territorio dello Stato italiano, che hanno l’obbligo di redigere il bilancio consolidato e che presentano un fatturato consolidato almeno pari a 750 milioni di Euro e ii) le società controllate residenti in Italia qualora la controllante sia residente in uno Stato che non ha introdotto l’obbligo di rendicontazione in oggetto, non ha un accordo con l’Italia per lo scambio delle suddette informazioni o è inadempiente per quanto riguarda l’obbligo di scambio.

L’obbligo di rendicontazione entra in vigore dal periodo d’imposta che decorre dal 1° gennaio 2016 o successivo e prevede l’invio dei dati aggregati di tutte le società del gruppo riguardanti – tra gli altri - i ricavi, gli utili o le perdite, le imposte sui redditi maturate e pagate, il capitale dichiarato, gli utili non distribuiti, il numero di dipendenti e le immobilizzazioni materiali diverse dalle disponibilità liquide. Entro il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi, le società tenute alla rendicontazione dovranno darne notizia all’Agenzia delle Entrate, mentre la comunicazione dei dati dovrà avvenire entro 12 mesi dall’ultimo giorno del periodo d’imposta oggetto di comunicazione (elevato a 18 mesi per il periodo d’imposta 2016).

© 2012 consulenza aziendale societaria tributaria - codice fiscale e p. iva 03380670962

follow us BignamiAssociati on Twitter