Prima pagina

COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI: DEDUCIBILI SE DELIBERATI

La Cassazione conferma che il diritto al compenso sorge solo con la delibera assembleare

La Cassazione con la sentenza n. 17673, ha ancora una volta ribadito la necessità di un’apposita delibera assembleare a supporto della deducibilità dei compensi corrisposti agli amministratori. Il caso di specie riguardava una Srl che, benché avesse ottemperato alle norme riguardanti il momento di deducibilità dei compensi, non aveva registrato alcun documento a supporto dell’esistenza di tali costi. In accoglimento della tesi sostenuta dell’Amministrazione Finanziaria rigettata nei due primi gradi di giudizio, è arrivata la sentenza della Suprema Corte che, uniformandosi alle sentenze espresse in ambito civile circa il sorgere del diritto al compenso, ha affermato che questi sono deducibili se pagati in forza ad una delibera assembleare specifica che li legittima e non semplicemente all’approvazione del bilancio che li contiene.

© 2012 consulenza aziendale societaria tributaria - codice fiscale e p. iva 03380670962

follow us BignamiAssociati on Twitter