Prima pagina

SCISSIONE POSSIBILE IN FUNZIONE DEL CONCORDATO PREVENTIVO

Per il Consiglio Notarile è legittima la scissione di società in funzione o in esecuzione di un concordato preventivo

Secondo il Consiglio Notarile (dei distretti Riuniti di Firenze, Pistoia, Prato) è legittima la scissione di società in funzione o in esecuzione di un concordato preventivo. La conferma di ciò si ha anzitutto nel dato letterale dell’art. 2506 del Codice Civile che, ad oggi, non prevede più espressamente che dall’operazione straordinaria siano escluse le società sottoposte a procedure concorsuali e dell’art. 160 della legge fallimentare che prevede invece che, nell’ambito della predisposizione del piano di concordato sia concesso la ristrutturazione del debito attraverso qualsiasi forma, anche mediante operazioni straordinarie.
I Notai precisano che questa possibilità può essere prevista già nel piano di concordato, ma attuata successivamente durante la fase esecutiva, ovvero dopo l’omologa dello stesso.

        

 

© 2012 consulenza aziendale societaria tributaria - codice fiscale e p. iva 03380670962

follow us BignamiAssociati on Twitter