Documenta

i nuovi principi di corporate governance dell'OCSE

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha pubblicato nel mese di settembre 2015 l’aggiornamento dei propri principi di corporate governance. Il documento precedente era del 2004.

I principi – come si evince dal documento - “sono destinati ad aiutare i responsabili politici a valutare e migliorare il quadro giuridico, normativo e istituzionale per la corporate governance, al fine di sostenere l'efficienza economica, la crescita sostenibile e la stabilità finanziaria. Ciò si ottiene principalmente assicurando ad azionisti, amministratori e dirigenti, nonché gli intermediari finanziari e fornitori di servizi i giusti incentivi a svolgere il proprio ruolo in un quadro di check and balance (“controllo e bilanciamento reciproco”).”

Il documento è sviluppato in sei capitoli e le principali novità sono riassunte nel seguito.
I) Garantire la base di un quadro di governo societario efficace. In particolare, la nuova enfasi è posta sulla qualità della vigilanza e dell’applicazione dei principi. Il capitolo comprende anche un nuovo principio sul ruolo dei mercati azionari nel sostenere una buona corporate governance.

II) I diritti e il trattamento equo degli azionisti e funzioni di proprietà chiave. Nuovi temi in questo capitolo includono l'uso delle tecnologie informatiche  in assemblee, le procedure per l'approvazione delle operazioni con parti correlate e la partecipazione degli azionisti alle decisioni sulla remunerazione dei dirigenti.
III) Gli investitori istituzionali, i mercati azionari e altri intermediari. Si tratta di un nuovo capitolo che affronta la necessità di sani incentivi economici in tutta la catena partecipativa, con una particolare attenzione per gli investitori istituzionali che agiscono a titolo fiduciario. Si evidenzia inoltre la necessità di inserire meccanismi per ridurre al minimo i conflitti di interesse che possono compromettere l'integrità delle deleghe di consulenti, analisti, intermediari, agenzie di rating e gli altri che forniscono analisi e consulenza rilevante per gli investitori.
IV) Il ruolo degli stakeholder nel governo societario. I Principi incoraggiano la cooperazione attiva tra le imprese gli stakeholder e l'accesso di questi ultimi  alle informazioni in via tempestiva e regolare e il diritto di ottenere un risarcimento per le violazioni dei propri diritti.
V) Comunicazione e trasparenza. Tema nuovo è il riconoscimento delle recenti tendenze di fornire  informazioni non finanziarie, che le imprese su base volontaria possono includere, ad esempio, nelle loro relazioni di gestione.
VI) Le responsabilità del consiglio di amministrazione. Nuovi temi (ndr. ma non nuovi per noi) in questo capitolo comprendono il ruolo del consiglio di amministrazione nella gestione dei rischi, pianificazione fiscale e controllo interno. C'è anche un nuovo principio che raccomanda la formazione e valutazione dei membri del board e una raccomandazione a considerare la costituzione di comitati specializzati in settori quali la remunerazione, controllo e gestione del rischio.

In  allegato il documento in inglese.


Leggi allegato (file: Corporate-Governance-Principles-ENG.pdf)

© 2012 consulenza aziendale societaria tributaria - codice fiscale e p. iva 03380670962

follow us BignamiAssociati on Twitter